Questo sito utilizza i cookie, sia tecnici che analitici anche di terze parti, cliccando su OK, acconsenti all'utilizzo dei cookieCookie Policy Ok

Carta da parati in cucina? Sì, ma che sia impermeabile.

Carta da parati in cucina? Sì, ma che sia impermeabile.

Se le pareti della vostra casa vi sembrano troppo spoglie e vorreste migliorarne l’aspetto con dei complementi d’arredo di design, oltre ad utilizzare quadri, fotografie d’arte, orologi a muro oppure lampade di design, non trascurate l’ipotesi di utilizzare la carta da parati. Ne resterete sorpresi.

La carta da parati: cos’è e dove utilizzarla

La carta da parati è una carta usata per il rivestimento di pareti e superfici verticali, ma anche per rivestire mobili ed accessori. E’ composta da vari materiali, come lino, cellulosa, nylon e altre fibre;

Nasce nel lontano XII secolo, durante la rivoluzione commerciale, quando in Europa si iniziò ad importare la carta dalla Cina. Col tempo si cominciò a dipingerla per poi applicarla alle pareti come sostituto degli arazzi molto più costosi. 

Solo nell'Ottocento, con le più moderne tecniche industriali, si diffuse la carta da parati ad un pubblico più vasto diventando il complemento d’arredo come lo conosciamo oggi.

Dove utilizzare la carta da parati



Carta da Parati Tomasella

La carta da parati, grazie all’elevata tecnologia con cui sono prodotte, possono essere applicate anche in ambienti un tempo impensabili, quindi non solo in stanze come camere da letto, uffici o aree living, ma anche in ambienti più umidi, come bagni, cucine ed esterni. Esiste infatti addirittura la Wet System di Wall and Decò, che consente di applicare la carta da parati anche nella doccia!

E la carta da parati in cucina?


carta da parati Wall & Decò Hem&Gau 2020/ Ruga.Perissinotto

 

Anche per una stanza come la cucina, esiste la possibilità di rivestire la parete con la carta da parati; bisogna però utilizzarne una specifica per ambienti umidi, ovvero deve rispondere a dei precisi requisiti tecnici che la rendono adeguata e pratica.



Carta da parati Wall & Decò Lava 2020/ Nina Magon



Un primo ed essenziale requisito è che la carta da parati in cucina debba  essere impermeabile e lavabile, affinché si possa sempre mantenere l’ambiente sanificato e pulito. Un esempio è fornito dal marchio Wall & Decò con la sua linea Wet System, specifica per ambienti umidi, come palestre, bagni, cucine.



Carta da parati Wall & Decò Biophilia 2019/ Ines Porrino

La scelta dei colori, delle fantasie e dei materiali è davvero vasta e i pro per scegliere la carta da parati per arredare le vostre stanze sono tante. Qualche esempio? 

  1. La carta da parati, a differenza della semplice pittura, ha il grande vantaggio di poter essere un elemento decorativo vero e proprio, dato che ne esistono in commercio di svariate tinte e decori;
  2. Ambiente piccolo? Osare con la carta da parati può essere la soluzione ideale per conferire carattere al vostro ambiente extra small;
  3. Rispetto alla semplice pittura, è in grado di determinarne lo stile di una stanza; infatti, grazie a righe, motivi geometrici, elementi floreali, grafiche astratte, elementi vintage, consente di arredare un ambiente senza ingombrarlo di mobili e accessori;
  4. Delimita visivamente i vari ambienti, senza però separarli.

Invia commento

Menu
Chiudi
Carrello
Chiudi
Indietro
account
Chiudi